Browsing Tag

NN Editore

libri Recensioni

La sposa del mare di Amity Gaige: un romanzo problematico

26 Aprile 2021
La sposa del mare di Amity Gaige: un romanzo problematico

La sposa del mare di Amity Gaige è il primo libro sul quale ho indirizzato le mie curiosità di lettura per le proposte firmate NN Editore.

È un romanzo problematico che, fin dalla copertina, rende bene l’idea dell’oscillante sensazione che si ha quando si segue il ricordo dell’infanzia, quando bastava un tuffo in acqua per diventare il mare, senza le barriere con le quali la vita adulta poi si scontra.
Continue Reading

libri Recensioni

Caro amico dalla mia vita scrivo a te nella tua di Yiyun Li: conversazioni con la letteratura

27 Novembre 2020
Caro amico dalla mia vita scrivo a te nella tua di Yuyun Li: meditazione scritta

Caro amico dalla mia vita scrivo a te nella tua di Yiyun Li è uno dei titoli scelti dopo aver seguito il gioco di lettura che NN Editore propone alla fine de Il weekend di Charlotte Wood. Un gioco che rimanda a pubblicazioni passate e novità inerenti tematiche comuni ai romanzi che compongono il catalogo della casa editrice.

Caro amico dalla mia vita scrivo a te nella tua è una conversazione sulla letteratura che si orienta nel bianco deserto della pagina verso lo spazio che attende di fiorire di parole e che non si finisce mai di leggere.
Continue Reading

libri Recensioni

Il weekend di Charlotte Wood: per chi (non) ha paura di Virginia Woolf

23 Novembre 2020
Il weekend di Charlotte Wood: settant’anni di cliché

Il weekend di Charlotte Wood ha fatto la sua comparsa nelle librerie italiane in agosto e ho pensato di leggerlo a novembre per dare un tocco di colore, grazie alla sua copertina, alle serate invernali.

È un romanzo che ha per protagoniste tre amiche che si riuniscono, dopo tanti anni di assenza, nella casa vacanze della loro gioventù per assolvere a un compito molto triste ma necessario, per lasciar spazio a un nuovo modo di intendere e di dare valore all’amicizia tra donne.

Secondo NN Editore, Il weekend è un libro per chi (non) ha paura di Virginia Woolf. Un buon argomento di discussione, a prescindere dall’età rappresentata nella storia di Charlotte Wood.
Continue Reading

libri Recensioni

La linea del sangue di Jesmyn Ward: i gemelli di Bois Sauvage

11 Settembre 2020
La linea del sangue di Jesmyn Ward: romanzo convergente e divergente

In ordine di realizzazione La linea del sangue è il romanzo d’esordio di Jesmyn Ward e il capitolo conclusivo della trilogia Bois Sauvage.

Atteso pazientemente, è anch’esso un romanzo che può essere letto seguendo l’ordine narrativo che si preferisce perché, per quanto correlato ai personaggi descritti negli altri due libri, è ad essi indipendente.

I personaggi sono diversi ma a unirli è il luogo in cui vivono e che ne determina stasi e spostamenti verso una vita migliore e il tempo che scandisce il prima, il durante e il dopo dell’uragano Katrina.

La linea del sangue fa scendere in campo due voci e malgrado le tensioni, gli allontanamenti e le incomprensioni è una linea che non si spezza lasciando un senso di continuità che sa di speranza.
Continue Reading

libri Recensioni

Bull Mountain di Brian Panowich: una saga familiare tra crime e noir

7 Settembre 2020
Bull Mountain di Brian Panowich: un romanzo brutale

Bull Mountain di Brian Panowich è una saga familiare e un romanzo che attraversa i generi del crime e del noir per raccontare i Burroughs e le loro radici.

In questo libro i luoghi e i personaggi, cupi e ostili, seguono il solco di una tradizione tracciata da generazioni di fuorilegge che, attaccati alle loro radici, hanno perso di vista la distinzione tra ciò che va coltivato e ciò che va sradicato per preservare la libertà di amare la terra in cui vivono e farsi amare dal lettore che ad essi si avvicina per la prima volta.

Bull Mountain di Brian Panowich è presentato come un romanzo adatto a:

“chi ama camminare in montagna per poter guardare le nuvole dall’alto”.

Tuttavia, il percorso per cogliere tale stato d’animo richiede tempo e attenzione e non è detto che si verifichi.

Il romanzo, infatti, sembra far di tutto per persuadere che la normalità e l’idea di famiglia debbano marcire sugli stessi sentieri invece di innalzarsi, in cerca di luce e nuove vie da percorrere.
Continue Reading

libri Recensioni

I cieli di Philadelphia di Liz Moore: un mix di generi?

10 Luglio 2020
I cieli di Philadelphia, Liz Moore: un romanzo complicato

Sul momento ho pensato che I cieli di Philadelphia di Liz Moore fosse una sorta di poliziesco al femminile, adatto per un confronto di genere sull’ultimo libro di Michael Connelly.

Sono bastate poche pagine di lettura per comprendere (con piacere) che le premesse, per un simile paragone, non sussistono.

Se nel primo romanzo s’incontra Harry Bosch alle prese con due tipi di verità tra le quali fare una scelta, in questo la personaggia di Liz Moore ha a che fare con una sola verità, anche se sommersa e tutelata da un mix di generi, impressioni e stereotipi che fanno oscillare I cieli di Philadelphia tra la detective story e la saga familiare, in cerca di un equilibrio che pare impossibile da raggiungere.
Continue Reading

libri Recensioni

Paradisi minori di Megan Mayhew Bergman: alcuni frammenti contemplati

20 Marzo 2020
Paradisi minori di Megan Mayhew Bergman: frammenti da leggere con cura

Paradisi minori di Megan Mayhew Bergman è il secondo titolo NN editore di questa settimana.

Un libro che mi è stato suggerito dalle pagine bianche di Tempo variabile di Jenny Offill e che volevo leggere da quando, a Tempo di Libri, riposi i miei acquisti in una borsa con una sua citazione stampata sopra.

Una curiosità di lettura che mi è rimasta impressa e che, per fortuna, ho avuto modo di cogliere per fare una passeggiata narrativa dai quali traggo alcune considerazioni sui frammenti contemplati.
Continue Reading

libri Recensioni

Tempo variabile di Jenny Offill: un romanzo particolare

16 Marzo 2020
Tempo variabile di Jenny Offill: varianti di lettura per distrarsi un po’

Uscito il 12 marzo, Tempo variabile di Jenny Offill edito NN Editore è un romanzo molto particolare.

Diverso da Le cose che restano, ha un andamento narrativo frammentato e sincopato che, se all’inizio spiazza e disorienta, alla fine rivela un ordine interno che affascina per metafore, battute e atmosfere.

Per quanto semplice nella trama e prosastico nella forma, Tempo variabile ha una struttura che ricorda il libro di poesie con qualche accenno di haiku e, forse, è proprio questa la peculiarità che lo rende una lettura decisamente singolare.
Continue Reading

libri Recensioni

Canta, spirito, canta di Jesmyn Ward: andata e ritorno a Bois Sauvage

17 Gennaio 2020
tra ciò che si sa e ciò che si capisce

Canta, spirito, canta di Jesmyn Ward è il secondo capitolo della trilogia Bois Sauvage e la sua copertina non è meno bella e affascinante di Salvare le ossa.

A mettere a fianco i due libri e a leggere il modo in cui iniziano è rassicurante constatare che, pur essendo fra loro complementari e speculari, possono benissimo essere letti come romanzi a sé. Paiono due individui che si conoscono di vista e che, pur avendo l’uno dell’altro un’idea superficiale delle reciproche storie personali, non hanno mai trovato modo di parlarne apertamente e sentirsi meno estranei.

Canta, spirito, canta si allontana dalle vicende di Salvare le ossa per far sì che Jojo e Leonie possano scegliere se perdersi, ritrovarsi o lasciarsi andare.

Riusciranno a tornare a casa?
Continue Reading

error: Content is protected !!