Browsing Tag

Adelphi

libri Recensioni

Il libro del riso e dell’oblio di Milan Kundera: da leggere in silenzio

21 Dicembre 2018
Il libro del riso e dell'oblio di Milan Kundera: da leggere in silenzio

Il libro del riso e dell’oblio di Milan Kundera è il libro della settimana e l’ultima lettura dell’anno.

È una raccolta di racconti che ha un suono molto particolare. Per questo mi sono impegnata a leggere in rispettoso silenzio quelle che l’autore de L’insostenibile leggerezza dell’essere ha chiamato variazioni dello stesso tema.

Che tipo di variazioni? Quale tema?
Continue Reading

libri Recensioni

Da zia Mame a Genio: leggere i romanzi di Patrick Dennis

7 Luglio 2017
Da zia Mame a Genio: leggere i romanzi di Patrick Dennis

Il libro della settimana è Genio di Patrick Dennis e edito Adelphi. L’ho letto tutto d’un fiato e, in certi punti, mi sono divertita così tanto che scoppiavo a ridere di gusto mentre il mio compagno si preoccupava della mia effettiva salute mentale.

Si può scoppiare a ridere mentre si legge, come se si stesse guardando un film divertente? Certo che sì e ho il sospetto che ci sia pure il rischio di leggere ad alta voce il passo in questione a chi ci sta accanto, per far sì che l’ilarità diventi comune e condivisa. Tuttavia, l’impulso a condividere la lettura con altri mi ha fatto riflettere un pochino sul senso dell’umorismo e se un romanziere può essere un copywriter o viceversa.
Continue Reading

libri Recensioni

La versione di Barney di Mordecai Richler: romanzo tra l’ironico e il sarcastico

8 Aprile 2016
la versione di Barney di Mordecai Richler

“È bello avere un lavoro, ma ciò interferisce con il tempo libero”.

Con questa citazione, tratta dall’ultimo segnalibro acquistato, ho cominciato la lettura de La versione di Barney di Mordecai Richler.

Per la verità, non sono sicura di aver compreso la battuta della frase in sé, mi ha colpito perché è un proverbio yiddish, linguaggio tipico degli ebrei dell’Europa orientale ampiamente utilizzato dal protagonista del romanzo di oggi.

È stata una coincidenza curiosa e non riesco a fare a meno di pensare che il segnalibro abbia svolto il ruolo di semaforo verde. Era giunto il momento di attraversare e percorrere la vita del protagonista, un ebreo alcolizzato e dal brutto carattere.

Vieni a leggere qualcosa su questo libro?
Continue Reading