Browsing Category

Tema libero

eventi Tema libero

Triestebookfest: tema e intrecci narrativi della seconda edizione

23 ottobre 2017
Triestebookfest: tema e intrecci narrativi della seconda edizione

Lunedì scorso ti ho raccontato di una capatina a Trieste per incontrare Angela Del Prete e saper qualcosa di più sul tema del Triestebookfest che si è appena concluso.

Trieste è una città molto particolare. Emana energie contrastanti, positive e negative insieme e, proprio per questo, piace, attira, respinge. Seguendo queste sensazioni, sono andata al Triestebookfest e, forse, il resoconto che ne è derivato può spiegare qualcosa di più sul perché si sono manifestate.

Avviso ancora che, come al solito, il dono della sintesi ha preso il largo e s’è perso senza resistenze, tra i percorsi narrativi della letteratura, del teatro e del cinema delineati negli interni del Museo Revoltella tra il 20 e il 22 ottobre.

Mettiti comodo, si va in scena e spero che la lettura sia di tuo gradimento. 🙂
Continue Reading

Tema libero

Udine Trieste: libri andata e ritorno

16 ottobre 2017
Udine Trieste: libri andata e ritorno

L’unica cosa che può farmi superare una certa ansia per i treni, sono i libri. Sono i miei biglietti motivazionali per far andata e ritorno tra Udine e Trieste. Ho trascorso un martedì intenso in compagnia di Angela Del Prete prima e assistendo alla presentazione del libro Strategie e creatività di Romano Billet poi.

È passata quasi una settimana da questo viaggio improvvisato. Continuano a tornarmi in mente stralci di conversazione, incontri e caffè letterari, progetti, suggestioni e atmosfere che corrono sul confine, spesso indefinito, che i libri tracciano tra persone e personaggi.

Prima di perdere questi ricordi, meglio metterli in ordine. Prendi il treno dei libri con me?
Continue Reading

Tema libero

Cos’è un blog? E la visione di Lilly e il vagabondo

25 settembre 2017
Cos'è un blog? E la visione di Lilly e il vagabondo

Tra le tante domande che mi pongo tra una lettura e un riposino sul divano, quella più ricorrente ha a che fare con la definizione di blog. Non chi è il blogger, ma che cos’è un blog.

Oltre alle definizioni di sito web particolare, diario virtuale, strumento di comunicazione che avvicini l’azienda o il blogger ai suoi clienti e lettori, che cos’è un blog? Perché un blog è così importante (al di là della sua utilità pratica) per chi lo gestisce e, collateralmente, per chi lo segue?

Negli ultimi tempi ho cercato di capire che tipo di blogger sono e, nel farlo, ho apportato varie modifiche sia nella presentazione grafica sia nell’ordine dei post. Ho ragionato sul calendario editoriale definendo delle date come fossero appuntamenti fissi e ricercato una pertinenza tematica tra i vari post.

Mi sono preoccupata di capire cosa vuol dire essere lettori, cosa significhi avere leggerezza nello scrivere e condiviso le letture più interessanti perché mi hanno fatto vivere un’esperienza o mostrato un ricordo da un’ottica diversa. Ho seguito un percorso, strano, ma pur sempre un percorso.

Sono passati pochi anni dal primo post e ancora mi chiedo:

“Che cos’è un blog?”

E mi è venuto un mente un cartone animato della Walt Disney, Lilly e il vagabondo. E i sogni e le favole e Sepùlveda.

Perché? Cosa c’entra una visione passata con questo presente incerto ma dedito a costruire un percorso, post dopo post, libro dopo libro? In una narrazione continua di esperienze da condividere al di fuori di sé stessi?
Continue Reading

Tema libero

Letture e riflessioni sulla leggerezza dello scrivere e…

4 settembre 2017
Lettura e riflessioni sulla leggerezza dello scrivere e l'esperienza della lettura

Sono stati mesi difficili per questo blog. Si avvicina ai tre anni di vita più volte mi sono chiesta se ne vale la pena. E mi domando:

  • Perché continuare a scrivere di libri e di cultura, se ci sono altri che lo fanno da più tempo di me?
  • Ha senso?
  • Serve?
  • Che peso avrà su chi lo leggerà?
  • Perché scriverlo?
  • Quale bisogno mi spinge a ragionare su un argomento piuttosto che un altro?
  • A quanti e quali pensieri e ragionamenti si può collegare?

La stesura di ogni articolo è incappata spesso in queste domande. Ogni volta che mi muovo per smuovere risposte avverto un senso di pesantezza dettato dalla paura di scrivere qualcosa di incompleto, superficiale, noioso, inutile. Eccetera, eccetera, eccetera.

Settembre è appena iniziato e, a quanto pare, per chi si occupa di contenuti per il web e comunicazione, l’anno inizia ora. Non a dicembre. In questo mese ci si organizza per raggiungere obiettivi concreti da raggiungere secondo un percorso scansionato da un calendario tematico ben preciso. Questo mese mi sono organizzata con un non calendario da collegare o lasciare scollegato.

Oggi lascio andare un contenuto seguendo letture, riflessioni e pensieri sulla leggerezza dello scrivere (cercando di capire che cosa vuol dire).
Continue Reading

libri Tema libero

Perché ami i libri? Letture a voce, silenziose e misteriose

17 luglio 2017
Perché ami i libri: letture a voce, silenziose e misteriose

Perché ami i libri se non hai mai sentito l’obbligo di leggere? Con questa domanda mi è sorto un pensiero strano riguardante la lettura e il perché leggo tanto.

Assieme al come scegli i libri, è uno dei quesiti ai quali non riesco mai a rispondere in modo esauriente. Eppure, se mi viene chiesto, vuol dire che c’è un interesse alla base e, se c’è interesse, c’è anche un margine d’azione per convincere le persone a leggere per il puro gusto di farlo, non perché lo impongono le istituzioni scolastiche.

Insomma, l’attrazione per i libri e la lettura c’è ma è anche vero che, per amarli, ci sono delle fasi da seguire per instaurare un legame sincero dove chi ignora conversa con ciò che conosce o contiene parte del sapere.

Vieni a scoprirli?
Continue Reading

libri Tema libero

Classici e letture a scuola: obbligatorie o consigliate?

3 luglio 2017
Classici e letture a scuola: obbligatorie o consigliate?

Leggere (soprattutto in estate) è considerata una vera e propria tortura. La colpa di questo malessere indotto dalle letture obbligatorie ricade, periodicamente, o sui ragazzi o sugli adulti.

Le letture inserite nelle liste dei compiti per le vacanze sono percepite come vere e proprie punizioni in quanto tolgono tempo ai bagni al mare, alla costruzione di castelli di sabbia, alle corse in bicicletta e ai giochi con gli amici.

Quando è successo? Quando leggere è diventata un’imposizione? Un dovere, più che un piacere?

Per pura curiosità, oggi ripercorro gli anni della scuola, alla ricerca di letture obbligate.

Sia mai che trovi risposta alle domande poste, accendendo il tuo interesse.
Continue Reading

libri Tema libero

Libri per l’estate: quali leggere e di che genere?

23 giugno 2017
Libri da leggere in estate: il fascino del noir

Tra i libri per l’estate c’è sempre una certa fascinazione per il noir. Ho una certa predilezione per libri che stimolano la riflessione ma, durante la stagione calda, si ha la tendenza a variare un po’.

Quali libri leggere in estate?

Nelle scorse settimane ho fatto un viaggio esotico con Autostop con il Buddha di Will Ferguson e mi sono lasciata andare alle immagini poetiche ed evocative de Il rifugio delle ginestre di Elisabetta Bricca e ascoltato  i relatori degli Stati Generali della Lettura, intravedendo tracce di possibili progetti futuri.

“Segui la pista dei libri” mi dico spesso.

Tuttavia, è estate. Fa caldo. Il mio cervello ha bisogno di storie facili da seguire ma che siano comunque in grado di coinvolgere, per evitare il totale scioglimento o l’ibernazione neuronale. Ecco perché sono tentata dal fascino del noir.

Vieni a indagare perché?
Continue Reading

eventi libri Tema libero

La notte dei lettori e gli stati generali della lettura: appunti tra le pagine

19 giugno 2017
La notte dei lettori e gli stati generali della lettura: appunti tra le pagine

Simile a Pordenone Legge, La notte dei Lettori  raccoglie una serie di iniziative legate alla promozione del libro e alla divulgazione della lettura, si sviluppa su tutto il territorio urbano di Udine.

Eventi, incontri, workshop culturali si alternano tra loro determinando vari percorsi trasversali dove la parola d’ordine è leggere, incontrarsi e confrontarsi.

Il programma si fa ogni anno più ampio e più ricco ma venerdì scorso ho scelto di seguire un unico incontro, quello sugli Stati Generali della Lettura allestito nella Biblioteca Civica Vincenzo Joppi.

Ero sola. L’unica compagnia era rappresentata da un quaderno e una penna.

Tra le pagine ho preso molti appunti, ricchi di stimoli culturali e di spunti di riflessione che ora sfoglio in questo post resoconto. Te li riporto tutti e spero che abbiano lo stesso effetto che hanno avuto su di me e sulla mia materia grigia. Continue Reading

Eventi Tema libero

Pordenone Digital Day: di cosa si è parlato

5 giugno 2017
pordenone-digital-day-di-cosa-si-è-parlato-immagine-via-pixabay

Più ci si addentra nel mondo digitale e più si sente la necessità di informarsi per avere coscienza degli strumenti messi a disposizione dalle moderne tecnologie. Per questo ho colto l’opportunità offerta e lo scorso lunedì sono andata al Pordenone Digital Day.

Vorrei tanto dirti che sono arrivata sul posto senza perdermi ma, purtroppo, non è così. Rispetto alla prima volta, almeno, sono arrivata in perfetto orario e ho preso un po’ di appunti.

Vieni a leggere di che cosa si è parlato?
Continue Reading

Scrittura creativa Tema libero

Scrivere, scrivere, scrivere: corso di approccio creativo alla scrittura

22 maggio 2017
scrivere-scrivere-scrivere-approccio-creativo-alla-scrittura

Questo non è un corso di scrittura creativa ma un approccio creativo alla scrittura.

Con questa frase si è dato il via, sabato 13 maggio, a Scrivere, scrivere, scrivere. Un evento formativo organizzato dagli insegnanti di Mateârium, laboratorio di nuove drammaturgie fondato da Alessandro De Pauli e Anna Gubiani e ospitato nello spazio di coworking Lino’s Co di Udine.

Vieni a scoprire cosa ho imparato in quattro ore di esercizi di (non) scrittura creativa?
Continue Reading