Browsing Category

Recensioni

libri Recensioni

I vagabondi del Dharma di Jack Kerouac: meditazione in fuga

2 Aprile 2021
I vagabondi del Dharma di Jack Kerouac: meditazione in fuga

Narra la leggenda che Sulla strada di Jack Kerouac è uno di quei libri che vanno letti prima dei trent’anni e così mi adeguai.

Ora che sono trascorsi n° anni dal libro simbolo di una generazione in fuga, ho pensato di rileggere Kerouac e tornare agli stessi soggetti che, riuniti sotto il titolo I vagabondi del Dharma, abbracciano la meditazione Zen come stile di vita e strumento di ricerca di una nuova verità esistenziale.
Continue Reading

libri Recensioni

Ingegneri di anime di Frank Westerman: viaggio nella letteratura sovietica

26 Marzo 2021
Ingegneri di anime di Frank Westerman: viaggio nella letteratura sovietica

Ingegneri di anime è il titolo del libro che Frank Westerman, autore olandese, scrisse all’inizio degli anni 2000 per raccontare, in uno stile paragonato a quello di Bruce Chatwin, la Russia socialista e comunista.

Tema e stile che, a primo impatto, sembrano gli strumenti più utili per capire cosa, in realtà, è andato storto nella letteratura russa sorta dalla rivoluzione bolscevica e pianificata dall’URSS per mettere a punto un avvenire diverso.

Continue Reading

libri Recensioni

L’immortalità di Milan Kundera: l’essenza di un romanzo

24 Marzo 2021
L'immortalità di Milan Kundera: l'essenza di un romanzo

L’immortalità di Milan Kundera inizia e si condensa in unico, semplice gesto lanciato da una donna di circa sessant’anni intenta a prendere lezioni di nuoto in piscina.

Il gesto, unico e ripetibile, mostra come:

“con una certa parte del nostro essere viviamo tutti fuori dal tempo”

e ricorda allo scrittore che non ha mai raccontato la storia di Agnes, l’essenza stessa del romanzo.

Continue Reading

libri Recensioni

Memorie di un cacciatore di Ivan S. Turgenev: l’esistenza in letteratura

22 Marzo 2021
Memorie di un cacciatore di Turgenev: letteratura, nel senso esteso del termine

Memorie di un cacciatore di Ivan S. Turgenev, per estensione, segue lo stile e le tematiche accennate in Umili prose da Aleksandr S. Puškin in cui si racconta l’esistenza, in letteratura, di una Russia immensa, governata da una struttura sociale complessa, in cui le idee progressiste di uguaglianza e umanità rimangono sottomesse, ma non soffocate, all’attaccamento e al senso di proprietà che ne condizionano l’andamento.

A dispetto di quanto dice il retro di copertina, Memorie di un cacciatore non si ribella né condanna il destino di cui fa parte. Lascia che sia il modo di cui ci si appropria di esse a cogliere, indirettamente e con cognizione di causa, l’appello insito nel libro e rivolto a chi ha veramente il potere di formulare una denuncia e un giudizio obiettivo.

Continue Reading

libri Recensioni

Anatomia dell’irrequietezza di Bruce Chatwin: secondo tentativo di lettura

17 Marzo 2021
Anatomia dell'irrequietezza di Bruce Chatwin: secondo tentativo di lettura

Insoddisfatta dalla lettura di In Patagonia avevo messo da parte l’idea di leggere altro di Bruce Chatwin per poi recuperarla trovando, tra i libri acquistati in passato, Anatomia dell’irrequietezza.

Sul retro del libro lo scrittore viene descritto come colui che amava pensare camminando e così, in questo post, mi sono data modo e tempo per affrontare limiti e possibilità di questo secondo tentativo di lettura.

Continue Reading

libri Recensioni

Le Umili prose di Aleksandr S. Puškin: proposito di rilettura

15 Marzo 2021
Le Umili prose di Aleksandr S. Puškin: proposito di rilettura

Le Umili prose di Aleksandr S. Puškin è uno dei libri che ho scelto per realizzare il proposito delle riletture da portare a compimento nel corso del 2021.

Ricordo che I racconti di Belkin, La donna di picche, Kirdžali e La figlia del capitano mi piacquero, di questo sono certa. Ciò che mi suggerisce una seconda lettura è che, in effetti, non ricordo i motivi per cui li trovai belli.

Continue Reading

error: Content is protected !!