Browsing Category

Recensioni

eventi Recensioni

Pordenone Legge 2017: tra memoria, oblio, paesaggi, sogni e utopie

19 settembre 2017
Pordenone Legge 2017: tra memoria, oblio, paesaggi, sogni e utopie

Dov’eravamo rimasti con il resoconto di Pordenone Legge 2017? Ah, sì ai diritti e ai doveri dell’oblio e memoria, all’elogio della letteratura e ai percorsi intrapresi per vedere il paesaggio e la natura con occhi diversi e all’analisi di un presente che fa emergere la responsabilità in quanto parola chiave per la realizzazione concreta delle utopie che fanno capolino in una visione diversa del futuro.

Gli argomenti per nutrire la mente (e anche per riempire lo stomaco a fine lettura) non mancano.

Vieni a scoprire di cosa si è parlato in questa seconda parte di Pordenone Legge 2017?
Continue Reading

eventi Recensioni

Pordenone Legge 2017: percorsi a ritroso, analisi presenti e visioni future

18 settembre 2017
Pordenone Legge 2017: percorsi a ritroso, analisi presenti e visioni future

La XVIII° edizione di Pordenone Legge si è appena conclusa lasciando memoria di un percorso a ritroso che ha portato autori ed editori ad analizzare il presente proponendo visioni future.

Causa raffreddore e assenza del grillo librario che mi ha guidato e orientato all’interno della manifestazione dedicata al mondo dei libri e della lettura, ci sono andata cauta con gli incontri (ma non con la scorta di libri). Ho quindi selezionato gli autori che mi incuriosivano di più cercando un equilibrio tra quelli di cui avevo letto (e quindi memoria) e quelli da leggere, per farne esperienza.

Ti avviso subito che, malgrado la selezione fatta a monte, questo post non sarà brevissimo. Il menù letterario che ho stilato per raccontare di cosa si è parlato a Pordenone Legge 2017 prevede:

  • Carlos Ruiz Zafòn e la Tetralogia di Barcellona,
  • Elizabeth Strout e Tutto è possibile,
  • Wole Soyinka e la storia in un romanzo,
  • David Lagercrantz e L’uomo che inseguiva la sua ombra,
  • Andrea Segrè e Il gusto delle cose giuste. Lettera alla generazione Z,
  • Umberto Ambrosoli e Massimo Sideri e Il diritto all’oblio e il dovere della memoria,
  • Riccardo Mazzeo e Elogio della letteratura (e conversazioni con Zygmunt Bauman)
  • Vittorio Lingiardi e Mindscape.Psiche del paesaggio,
  • Luis Sepulveda e Storie ribelli,
  • Rutger Bregman e Utopie per realisti.

Buon appetito cioè, scusa, volevo dire, lettura! 😛
Continue Reading

libri Recensioni

Quello che non uccide di David Lagercrantz: il ritorno della Millennium Trilogy

15 settembre 2017
Quello che non uccide di David Lagercrantz: il ritorno della Millennium Trilogy

Quello che non uccide di David Lagercrantz è il titolo del romanzo scelto per questa settimana. Ha attirato la mia curiosità appena ho avuto sotto gli occhi la lista di letture proposta da Repubblica, per l’iniziativa Noirissimo.

Un genere, il noir, sul quale torno periodicamente per immergermi in un tipo di letteratura dove l’intrattenimento narrativo mantiene un occhio aperto verso l’analisi della società in cui l’autore vive. Insomma, leggere un noir è un po’ come unire l’utile al dilettevole, se poi è collegato a una saga come la Millennium Trilogy di Stieg Larsson, il gioco è fatto e un altro lettore è stato conquistato.

Vieni a scoprire trama e impressioni sul libro della settimana?
Continue Reading

libri Recensioni

Proust e il calamaro di Maryanne Wolf: un saggio sul cervello che legge

8 settembre 2017
Proust e il calamaro di Maryanne Wolf: un saggio sul cervello che legge

I libri che suggeriscono altri libri sono tra i miei preferiti ed è seguendo questo percorso che sono arrivata alla lettura di Proust e il calamaro. Storia del cervello che legge di Maryanne Wolf. Un saggio che esplora la lettura e la sua evoluzione nel tempo. Era tra i compiti assegnati da Cristiano Carriero in uno dei testi professionali che ho elencato in quello che voleva essere il nucleo della biblioteca del web writer.

Così, sono stata introdotta in un mondo strepitoso fatto di citazioni tratte da grandi autori e di innumerevoli connessioni storiche e neuronali. Un mondo che vorrei riassumere per te perché, veramente, Proust e il calamaro merita. In ogni sua pagina.
Continue Reading

libri Recensioni

Fai uno squillo quando arrivi di Stella Pulpo: un romanzo molto musicale

1 settembre 2017
Recensione: Fai uno squillo quando arrivi di Stella Pulpo

Fai uno squillo quando arrivi di Stella Pulpo ha catturato la mia attenzione per la copertina rosa acceso. Se ne stava sul comodino di un’amica. L’ho aperto a caso e mi sono trovata a leggere un capitolo intitolato Carpe Diem. Subito sotto, l’incipit del capitolo citava Light My Fire. The Doors.

“Lo vuoi leggere? Te lo presto, se vuoi.” mi ha chiesto l’amica.

Devo aver avuto un’espressione entusiasta. Ho tentennato un po’. Non era una lettura che avevo in programma. Che fare, leggerlo o non leggerlo? Ma sì, Carpe Diem.
Continue Reading

libri Recensioni

Fratelli nella notte di Cristiano Cavina: leggere la storia diversamente

25 agosto 2017
Fratelli nella notte di Cristiano Cavina: leggere la storia diversamente

Fratelli nella notte di Cristiano Cavina è uno dei libri letti durante la settimana di Ferragosto.

La storia si fonda sulla memoria intesa come ricordo di qualcosa o di qualcuno, non nel senso di memorizzazione di dati ed eventi. La memoria è un po’ come un archivio posato sul fondo della storia (e del cuore) le cui ante si aprono quando meno te lo aspetti. O quando sei distratto a resistere al sopravvento di pensieri ed emozioni. In questo senso, Fratelli nella notte di Cristiano Cavina, edito Feltrinelli, è stata una bella scoperta. Un romanzo breve o un racconto lungo che ha il pregio di far leggere la storia diversamente.

Vieni a leggere?
Continue Reading

libri Recensioni

L’ignoto ignoto di Mark Forsyth: le librerie e il piacere di non trovare quello che cercavi

4 agosto 2017
L'ignoto ignoto di Mark Forsyth: un piccolo libro guida per lettori

L’ignoto ignoto – Le librerie e il piacere di non trovare quello che cercavi di Mark Forsyth è un libro guida, è tascabile e il titolo è bellissimo.

Lo leggi in mezz’ora, un’ora al massimo se vuoi attardarti un attimo su alcune frasi o fare degli esperimenti “librosi”, come è capitato a me. Esperimenti che mi hanno condotta a uno dei libri che amo di più, L’idiota di Dostoevskij e che chiude, simbolicamente, un cerchio di cosa vuol dire leggere. Almeno per me. Come al solito, quando si tratta di libri, mi faccio prendere dall’entusiasmo quindi vado per ordine.

Vieni a scoprire perché L’ignoto ignoto è diventato il mio libro guida, oltre che libro della settimana?
Continue Reading

luoghi Recensioni

Bologna: dal centro città alla torre, alla scoperta di suoni, strade e libri

31 luglio 2017
Bologna: dal centro città alla torre, alla scoperta di suoni, strade e libri

Bologna l’avevo vista di sfuggita, tanti anni fa, dopo la laurea e sotto una pioggerellina sottile sottile. Non mi aveva colpito più di tanto se non per il fatto che il colore predominante di questa città è il rosso e che non ho dovuto usare l’ombrello, ricca com’é di portici.

Avrei potuto fermarmi a Ferrara, perché sarebbe stato più comodo per Lisa venirmi a prendere per portarmi a Filo di Argenta.

Ho preferito scendere a Bologna. Volevo rivederla e capire se era come l’immaginavo. Vieni a fare un giro con me, per vedere com’è andata?
Continue Reading

libri Recensioni

Libri da leggere al mare, in montagna, in vacanza

21 luglio 2017
libri da leggere: al mare, in montagna, in vacanza

Libri da leggere non mancano mai e ce ne sono tanti da portare con sé al mare, in montagna, in vacanza ma, quali vanno meglio? Di solito si preferiscono letture leggere, da ombrellone, meglio se sono raccolte di racconti da spiluccare qua e là tra un bagno o un’escursione. Possono anche consigliare luoghi da visitare, i libri.

La scorsa settimana ho un po’ sgarrato proponendo la lettura di un romanzo molto bello ma anche dal forte impatto emotivo, La prima verità di Simona Vinci. Oggi rimedio con dei titoli più “vacanzieri”, Venti racconti allegri e uno triste di Mauro Corona e Il bar sotto il mare di Stefano Benni. Con queste letture unisco l’utile al dilettevole perché gli autori saranno ospiti a Pordenone Legge 2017.

Aggiungo anche qualche libro bonus, di quelli che compaiono all’improvviso e che li inseriresti in lista letture per la casualità con cui attraggono l’attenzione.

Vieni a scegliere quelli che più potrebbero fare al caso tuo? 🙂
Continue Reading

libri Tema libero

Perché ami i libri? Letture a voce, silenziose e misteriose

17 luglio 2017
Perché ami i libri: letture a voce, silenziose e misteriose

Perché ami i libri se non hai mai sentito l’obbligo di leggere? Con questa domanda mi è sorto un pensiero strano riguardante la lettura e il perché leggo tanto.

Assieme al come scegli i libri, è uno dei quesiti ai quali non riesco mai a rispondere in modo esauriente. Eppure, se mi viene chiesto, vuol dire che c’è un interesse alla base e, se c’è interesse, c’è anche un margine d’azione per convincere le persone a leggere per il puro gusto di farlo, non perché lo impongono le istituzioni scolastiche.

Insomma, l’attrazione per i libri e la lettura c’è ma è anche vero che, per amarli, ci sono delle fasi da seguire per instaurare un legame sincero dove chi ignora conversa con ciò che conosce o contiene parte del sapere.

Vieni a scoprirli?
Continue Reading