Browsing Category

Recensioni

libri Recensioni

Un lupo nella stanza di Amélie Cordonnier: colori e tabù della maternità

11 Giugno 2021
Un lupo nella stanza di Amélie Cordonnier: amare o non amare?

Molti romanzi sono strutturati su personaggi che, cercando di capire la verità su sé stessi, vivono con tormento i dubbi riguardanti le loro origini ispirando le combinazioni narrative con cui dare forma, tragica o comica, a storie sulle quali dibattere o, semplicemente, moraleggiare.

Un lupo nella stanza di Amélie Cordonnier è una prospettiva di lettura che si discosta, con le sue soluzioni classiche, dal filone tradizionale (padre ignoto, madre infedele, prole incerta) per approfondire, invece, altri motivi che mettono in discussione il tema della maternità.

Tema che malvolentieri si presta ad essere messo in discussione col rischio di far emergere un tabù che fa comodo lasciare come tale, a prescindere dai colori con cui si presenta.
Continue Reading

libri Recensioni

Le case del malcontento di Sacha Naspini: scacchiera di un romanzo

7 Giugno 2021
Le case del malcontento di Sacha Naspini: un noir ben giocato

Le case del malcontento di Sacha Naspini è un libro il cui punto di forza per dare significato alle mosse dei suoi personaggi d’inchiostro sta nel come è predisposta la coralità che lo caratterizza e che toglie il controllo narrativo all’ego di uno o più protagonisti chiamati, per costruire una storia con una sua logica di fondo, ad assecondare o contrastare le vicende narrate.

Lo scenario in cui Le case del malcontento si colloca è quello, dunque, di una scacchiera e la trama, accennata sul retro di copertina, è fornita dai giocatori decisi a non dichiarare né resa, né vittoria, né salvezza.
Continue Reading

libri Recensioni

Urla sempre, primavera di Michele Vaccari: romanzo distopico italiano?

31 Maggio 2021
Urla sempre, primavera di Michele Vaccari: romanzo distopico italiano?

Urla sempre, primavera di Michele Vaccari è un romanzo sul potere dei sogni, sul lato oscuro dell’umanità e sulla lotta che tali estremi ingaggiano per distruggere o costruire mondi utopici o distopici.

Rimasta all’idea che il filone distopico sia un genere di tradizione anglofona, come nei libri di Orwell o della Atwood, mi interessava leggere quello che mi sembrava un “romanzo distopico italiano” e scoprire in che modo la natura si supera dando vita a una nuova umanità.
Continue Reading

libri Recensioni

L’artista e il suo tempo: Alfons Mucha secondo il figlio Jiří

26 Maggio 2021
Alfons Mucha, l'artista e il suo tempo: dettagli e particolari raccolti da Jiří Mucha

Trascorsi tre anni dalla presentazione del libro su Alfons Mucha, scritto dal figlio Jiří e pubblicato da Schena Editore, mi sono decisa a leggere L’artista e il suo tempo.

L’idea era di seguire fin dove possibile i dettagli e i particolari che rendono comprensibili i motivi che, da una parte, sottolineano la celebrità raggiunta da Alfons Mucha grazie a uno stile nuovo e moderno, precursore della grafica pubblicitaria e, dall’altra, il perché simili opere di successo siano state accolte con superficialità sminuendone il valore finale al punto da non considerare con sufficiente distacco e oggettività la sua opera più importante e significativa, l’Epopea slava.
Continue Reading

libri Recensioni

Noa Noa e le Lettere da Tahiti di Paul Gauguin

21 Maggio 2021
Noa Noa e lettere da Tahiti di Paul Gauguin: successo o comprensione dell’arte?

Controverso e burrascoso, Paul Gauguin divenne famoso, in vita, per la sua amicizia con Van Gogh e per l’episodio che ne ha determinato la separazione.

Salpato da Marsiglia alla volta di Papeete, Noa Noa e le Lettere da Tahiti testimoniano e documentano le intenzioni e le aspettative dell’artista di diventare un vero pittore spiegando, anche, come la necessità di allontanarsi dalla società civilizzata sia propedeutica al desiderio di dare una svolta alla sua esistenza.
Continue Reading

libri Recensioni

Lettere a Theo dal fratello, affezionatissimo, Vincent Van Gogh

19 Maggio 2021
Lettere a Theo di Vincent Van Gogh: la visione realistica dell'arte

Artista irrequieto e iper sensibile, folle e geniale, Vincent Van Gogh ha attraversato tante fasi in pittura quante lo sono stati i cambi di stile e di residenza toccati sugli spazi di tele che, a cercarne il pensiero profondo che le regola, c’è da perdersi.

Trovare e seguire il filo conduttore che lo lega e lo libera per mezzo delle opere che ha lasciato non è semplice però le Lettere a Theo, al quale era affezionatissimo, aiutano molto in questo intento.
Continue Reading

libri Recensioni

Memorie di un mercante di quadri di Ambroise Vollard: aneddoti sull’arte

14 Maggio 2021
Memorie di un mercante di quadri di Ambroise Vollard: aneddoti e ritratti delle avanguardie che furono (o che potrebbero ancora essere)

La lettura di libri dedicati al mondo dell’arte continua con le Memorie di un mercante di quadri di Ambroise Vollard.

Nel romanzare la storia di Renoir e di uno dei suoi quadri più celebri, La vita moderna accenna anche alla nascita, in campo artistico, di una nuova figura professionale e commerciale, quella del mercante di quadri. Ruolo che, tratteggiato in poche righe da Susan Vreeland, diventa meno arido e superficiale di quanto si immagini se a raccontarne le caratteristiche sono gli aneddoti sull’arte collezionati da Ambroise Vollard, esperto che si racconta in prima persona omettendo dal titolo l’aggettivo celebre.
Continue Reading

libri Recensioni

La vita moderna di Susan Vreeland: un romanzo che fa impressione?

10 Maggio 2021
La vita moderna di Susan Vreeland: quadro impressionista su romanzo dettagliato

La vita moderna di Susan Vreeland è un ritorno a una narrativa incentrata sull’arte pittorica e la sua storia e, nello specifico, dedicata al movimento che ha fatto epoca, in Francia, sotto il nome di Impressionismo.

A differenza di Ninfee nere di Michel Bussi, La vita moderna di Susan Vreeland mi sembrava più attraente e attinente alla luce, ai colori e agli stili con cui un gruppo di artisti diversissimi fra loro intendevano dare una scossa al senso estetico di un pubblico totalmente assuefatto ai linguaggi classici e istituzionali del tempo.

Mettendo da parte le preferenze o le competenze in campo artistico di chi legge, La vita moderna di Susan Vreeland è un romanzo che fa impressione?
Continue Reading

error: Content is protected !!