Browsing Category

Recensioni

libri Recensioni

Frankenstein o il Prometeo moderno: romanzo scommessa di Mary Shelley

19 Ottobre 2020
Frankenstein di Mary Shelley: la natura del mostro

Classico proposto e riproposto in molteplici versioni e adattamenti, fedele al testo o estremizzato nei suoi aspetti più orrorifici, parodiato ed esaltato, Frankenstein è il capolavoro letterario che ha reso memorabile Mary Shelley.

Alla luce di ciò, Frankenstein o il Prometeo moderno è uno di quei romanzi che non leggi perché troppe sono le opinioni che, fin dal 1817, sono state espresse fino ad oggi. Da dire a riguardo non sembra rimasto molto però, forse, c’è ancora spazio per fingere di non sapere nulla dell’esito finale di un libro horror che è stato scritto per sfida e per scommessa.
Continue Reading

libri Recensioni

Storia di Gordon Pym di Edgar Allan Poe: al principio del brivido

16 Ottobre 2020
Storia di Gordon Pym di Edgar Allan Poe: al principio del brivido, alcuni appunti

Ci sono alcuni autori che, per fama e per tematiche sperimentate, paiono i principi del brivido perché, nel senso letterale del termine, sono stati i primi ad avviare un genere che fa della paura la base del successo letterario.

Edgar Allan Poe è uno di questi e Storia di Gordon Pym è causa ed effetto dei timori e degli entusiasmi di lettori e autori successivi che, impressionati, si sono appassionati al genere di cui è precursore.
Continue Reading

libri Recensioni

Le montagne della follia di H.P. Lovecraft: spedizione ai limiti della ragione

12 Ottobre 2020
Le montagne della follia di Lovecraft: paure e verità sottintese

Con Le montagne della follia di H.P. Lovecraft riprendo le letture dedicate al pauroso, al fantastico e all’immaginifico per ampliare le scarne conoscenze che ho del genere.

Pauroso, fantastico, immaginifico. Tre parole in sequenza che, così abbinate, acquisiscono un senso coerente al tema dell’inspiegabile e del contraddittorio e delle percezioni che si ha di essi.

Parole e strumenti adatti per scalare Le montagne della follia e, al limite, valutarne l’efficacia degli effetti che Lovecraft voleva dare alle paure, vecchie e nuove, accennate da Guido Piovene in Idoli e ragione.
Continue Reading

libri Recensioni

Breve trattato sulle coincidenze di Domenico Dara: consiglio d’autrice

9 Ottobre 2020
Breve trattato sulle coincidenze di Domenico Dara: consigli, similitudini e impressioni di lettura

Breve trattato sulle coincidenze è il titolo che ho scelto dopo che Elisabetta Bricca mi ha consigliato di leggere qualcosa di Domenico Dara.

È quindi un consiglio d’autrice il libro di oggi che, una volta concluso, ho colto come un bel regalo in cui entrambe abbiamo condiviso l’intenzione di leggere un bel romanzo, di quelli sui quali indugiare, più che con l’immaginazione, con la narrazione dei sentimenti che spesso tendono a rimanere esclusi dalla parola scritta.
Continue Reading

libri Recensioni

I Buddenbrook di Thomas Mann: una lettura autoimposta

28 Settembre 2020
I Buddenbrook, Thomas Mann: un classico vacuo, permanente e inesorabile

Thomas Mann e la sua letteratura non sono semplici. Forse è per questo che diventa complicato anche solo sviluppare il desiderio di conoscere le tematiche approfondite e divulgate attraverso l’arte dello scrivere e la competenza del leggere.

Per quanto degno di stima e ammirazione, Thomas Mann è uno di quegli autori per i quali nutro un’istintiva e probabilmente irrazionale diffidenza. Tuttavia, in seguito a una rilettura della lettera che Bruna Athena gli dedicò ho affrontato e superato, per amore dei classici, le quasi settecento pagine dedicate alla:

“tragica decadenza di una famiglia borghese”.

I Buddenbrook è quindi un libro autoimposto, non raccomandato ma, una volta letto, rimane vivamente consigliato.
Continue Reading

libri Recensioni

Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov: letteratura fuori schema?

25 Settembre 2020
Il Maestro e Margherita, Michail Bulgakov: un romanzo tragicomico che fa sorridere

Dopo aver apprezzato Le vie di diffusione del libro, raccontate da Michail Bulgakov in una delle chicche di lettura che mi portai a casa da Milano, non ho dimenticato che, prima o poi, avrei dovuto recuperare la lettura de Il Maestro e Margherita.

Intensamente votata al tragico, la narrazione dei grandi autori russi tende generalmente al cupo, al patetico e al pessimismo esistenziale pur non abbandonando mai l’idea e un certo gusto estetico nel voler estrarre, dalle macchie e dalle miserie dell’umanità, quelle anime belle e pure che potrebbero riscattarla. Quando si legge questo tipo di letteratura non c’è spazio, di regola, per narrazioni volte a smorzare la tensione continua con la quale i classici russi mettono alla prova i loro lettori.

Il Maestro e Margherita rappresenta l’eccezione e il margine all’interno del quale Bulgakov agisce per strutturare un romanzo che sembra un esempio di letteratura russa fuori schema.
Continue Reading

libri Recensioni

Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani: il romanzo di Ferrara

21 Settembre 2020
Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani: un libro sulla storia e sulla memoria

Il romanzo di Ferrara è un libro sulla storia e sulla memoria, Il giardino dei Finzi-Contini è l’insieme dei dettagli e dei particolari che compongono i ricordi che Giorgio Bassani ha sempre desiderato scrivere o, trascrivere.

Non è un libro semplice da leggere perché si colloca in un periodo storico che racconta l’Italia fascista e le leggi razziali promulgate su influenza della politica nazista. Non è semplice ma utile per comprendere cosa la narrazione conserva sulla relazione tra il protagonista e la prima donna amata, Micòl.
Continue Reading

libri Recensioni

Norwegian Blues di Levi Henriksen: a ogni età, successo e felicità

18 Settembre 2020
Norwegian Blues di Levi Henriksen: il dietro le quinte di un romanzo da copertina

Norwegian Blues di Levi Henriksen è un romanzo adatto a ogni età, sia per chi ha attraversato un fiume di successi sia per chi si è accontentato di quello che il presente aveva da offrire.

Può sembrare un controsenso però è davvero un bel libro da leggere, autentico.

A differenza di Norwegian Wood di Murakami che ha una narrazione che guarda a un futuro in cui si pensa di dover scegliere tra fama e successo e si ha paura di fallire, Norwegian Blues di Henriksen, invece, della fama e del riconoscimento non sa più che farsene perché è a pochi passi dalla gloria e dalla felicità e sta valutando se andarsene con o senza rimpianti.

Quali sono i rimpianti dei personaggi di Levi Henriksen, se ci sono?
Continue Reading

libri Recensioni

Il cerchio celtico di Björn Larsson: mare, cultura celtica e libertà

14 Settembre 2020
Il cerchio celtico di Björn Larsson: diario e romanzo su cultura celtica e libertà

Il cerchio celtico di Björn Larsson è un romanzo in cui l’autore narra la sua passione per il mare e la navigazione in barca a vela. Ad essa si lega la curiosità di apprendere, al di fuori dei libri, qualcosa di più sulla cultura celtica.

L’autore, interessato a fissare una rotta che indichi l’esatta collocazione dell’essere umano in rapporto alla realtà e alla natura, insita e coltivata, sceglie così di intraprendere un percorso narrativo in cerca di un equilibrio tra il bisogno di amore e quello di libertà.

Affrontando venti favorevoli e contrari, rischi imprevisti e calcolati, Il cerchio celtico racconta la sua visione del mare, dell’amore e dell’essere e sentirsi liberi.

A queste tematiche si aggiungono poi quelle che, associate a uno spirito predisposto all’avventura e all’esplorazione, si confrontano con la cultura celtica proponendo una lettura più che affascinante e tutt’altro che incantevole.
Continue Reading

libri Recensioni

La linea del sangue di Jesmyn Ward: i gemelli di Bois Sauvage

11 Settembre 2020
La linea del sangue di Jesmyn Ward: romanzo convergente e divergente

In ordine di realizzazione La linea del sangue è il romanzo d’esordio di Jesmyn Ward e il capitolo conclusivo della trilogia Bois Sauvage.

Atteso pazientemente, è anch’esso un romanzo che può essere letto seguendo l’ordine narrativo che si preferisce perché, per quanto correlato ai personaggi descritti negli altri due libri, è ad essi indipendente.

I personaggi sono diversi ma a unirli è il luogo in cui vivono e che ne determina stasi e spostamenti verso una vita migliore e il tempo che scandisce il prima, il durante e il dopo dell’uragano Katrina.

La linea del sangue fa scendere in campo due voci e malgrado le tensioni, gli allontanamenti e le incomprensioni è una linea che non si spezza lasciando un senso di continuità che sa di speranza.
Continue Reading

error: Content is protected !!