#CurriculumDelLettore Guest Post

Curriculum del lettore di Antonella Passini: Blogger di Parole Incartate

18 maggio 2016
curriculum-del-lettore-di-antonella-passini-blogger-di-parole-incartate

“Questa è una strana riunione di blogger emergenti. Ciò che ci accomuna è la voglia di dire ciò che pensiamo, senza filtri e giramenti di parole, per dare la possibilità a tutti i lettori di dire “Questo libro mi fa schifo” (o mi piace un sacco). Senza sentirsi costretto dal pensiero dominante!”

Antonella Passini e il suo team di lettori si presenta così, sul suo progetto online Parole Incartate. Un’affermazione nella quale mi riconosco in pieno e che fa onore a questa piccola iniziativa che è il Curriculum Del Lettore. Non ho parole sufficienti per esprimere la mia felicità per questa nuova ospite. Mi sono incartata! 😀

Senza farti perdere altro tempo, ti lascio quindi questa nuova perla. La collana del Curriculum del lettore si sta facendo sempre più ricca e preziosa e non posso far altro che dire grazie a te, che mi segui e a tutti i partecipanti passati, futuri e presenti che rendono questa rubrica unica, settimana dopo settimana.

Curriculum Del Lettore di Antonella Passini: tra carte e parole

Chi legge i tuoi stessi libri condivide un pezzo della tua anima, ciò è maledettamente vero. Non sto parlando solo di romanzi, anzi il mio Curriculum del lettore non potrebbe essere più variegato.

Sono cresciuta in una casa con due scaffali pieni di enciclopedie, quando ancora Google non poteva aiutarci nelle ricerche, e un amico di mio padre ci ha lasciato tantissimi numeri dei Grandi Classici Disney. Sono cresciuta in una casa dove c’è sempre un libro in bagno, non pensate male, ma è un ottimo angolo della casa dove potersi immergere nella lettura dove è giusto che nessuno ti disturbi, oggi come allora.

Insomma, le mie prime letture sono state La fattoria degli animali di Orwell, che ho capito solo da grande di cos’era la metafora, le storie di Paperi e Giochi per il mio Computer. Per leggere impiegavo ogni momento della giornata: mi svegliavo e perdevo tempo nel famoso bagno, di sera mi nascondevo con una torcia sotto le coperte perché ero già una nottambula e non volevo andare a letto alle 9 appena iniziava il Grande Fratello (vi sentite vecchi vero?). Avrò avuto dai 7/9 anni e dobbiamo ammettere che il volume sulla storia di Paperinik è un capolavoro! L’avrò riletto mille volte.

#CurriculumDelLettore di Antonella Passini (Le Parole Incartate)

Andando avanti con gli anni i miei gusti subiscono una variazione, i libri storici entrano nella mia vita per colpa della copia illustrata del Codice Da Vinci, era il 2004. Da quel momento il mondo non è mai stato più lo stesso e neanche la mia libreria. Invasa di tutti i libri di Dan Brown e dalla collezione dei Segreti della Storia. Mi ricordo di un particolare episodio, io ero all’ospedale per mettere il busto di gesso (Quasimodo Style) e leggevo il famoso Codice Da Vinci, la mia edizione era un libro bello grosso con tante foto dei posti e opere d’arte che si susseguono nella storia, ma avevo tolto la copertina facendolo sembrare di più un libro antico. Mia madre, che mi assisteva, era nella sedia che leggeva Topolino. L’infermiera entra e mi dice

“la ragazza legge la Bibbia? Forse avete scambiato i libri!”

Sono sempre stata una lettrice molto versatile, ho letto di tutto, dai fantasy ai romanzi storici, ai fumetti e…manga! Bleach, Gto, Fairy Tail, e tantissimi altri. Per anni ho tenuto un database con gli anime visti e i manga letti, questo condizionerà per sempre la mia vita…come? Continuate a leggere….

Ecco che arrivo alle superiori, avete presente 3 metri sopra il cielo? Ho l’edizione pre film e non mi vergogno di dire che ai tempi mi è piaciuto così tanto che ho letto anche Ho voglia di te (mia figlia la chiamerò Ginevra) e tutti quelli che ne vengono dopo fino ad Amore 14, che dopo le prime 2 pagine volevo bruciare.

Nel frattempo ero cresciuta e maturata! Nel pieno dei miei ormoni mi lascio trasportare in una lettura in una sola notte (sempre di nascosto) di Come tu mi vuoi. Incrocio, per caso, Murakami con La fine del mondo e il paese delle meraviglie e amore fu! Diventato presto uno dei miei autori preferiti mi apre un mondo sull’interpretazione del mondo occidentale visto da un’orientale e viceversa. I suoi libri sono impregnati di sacralità e iconografia che una giovane mente assorbe presto come una spugna. Inoltre alcuni classici: Pirandello, Oscar Wilde, Milan Kundera. Questi in particolare hanno messo le basi per una mia personalità e linea di pensiero sull’amore e sulla società.

All’università arriva il verdetto: posso leggere qualsiasi cosa ad una velocità estrema. Ed è così che mi divoro tutto ciò che mi circonda e sento l’esigenza di farlo sapere al mondo. Inizio con il mondo nipponico con i manga e Komixjam, ciò che pensavo fosse un semplice passatempo estivo pre universitario diventerà la base del mio futuro lavoro. Grazie alla redazione di questa testata giornalistica sono obbligata a scrivere come i grandi, conoscendo le linee che separano un articolo fatto bene da uno scritto tanto per farlo. Nel frattempo studio, mi laureo in Sociologia (per una lettrice è fondamentale una laurea umanistica!) e scrivo per Moroboshi. Blog, comunicazione, marketing…. Editoria! Il mio sogno, ovvero vivere leggendo e continuando a scrivere articoli, poteva avverarsi con l’Accademia delle Editorie che nasce proprio nella mia città adottiva: Catania.

Però qui avviene l’intoppo dove capisco che in realtà voglio occuparmi di Social Media Marketing. Risultato? Adesso gestisco un progetto denominato Parole Incartate che recensisce e promuove progetti di case editrici indipendenti e scrittori emergenti e lavoro per un’agenzia di comunicazione occupandomi di Social Media Marketing, CopySeo e mi diletto con il Copywriting. Ultimo amore: la Guida Galattica per Autostoppisti.

La lettura ha guidato la mia vita rendendomi una persona che accetta molte sfaccettature del mondo che mi circonda e aperto a quello che invece è molto lontano da me. È il motivo per cui mi alzo per andare a lavoro, accedo su Fb, navigo su internet e ho vissuto questo ultimo anno in una libreria (Villaggio Maori a Catania) che organizza mille iniziative e mi ha accolto come nel ventre di una madre con il suo bambino. Potrei dilungarmi molto, in quando ogni lettura fa vivere non una ma mille vite.

Sperando di non avervi annoiato troppo, un caloroso saluto!

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Leggere Il mondo di Lulz di Antonio Fanelli – paroleombra 25 luglio 2016 at 11:40

    […] di Antonio Fanelli e, data la disponibilità della mia suggeritrice a raccontarsi attraverso il #CurriculumDelLettore e a partecipare alla #LetteraDelloScrittore ho accettato (mettiamola così) […]

  • Reply Lettera allo scrittore: Parole Incartate scrive a Douglas Adams – paroleombra 14 febbraio 2017 at 11:17

    […] ho già presentato lo spazio dei blogger uniti per i libri in occasione del Curriculum del lettore di Antonella Passini che qui torna ospite assieme al suo collega Manuel […]

  • Leave a Reply