libri Recensioni

Scopri Google Plus e conquista il web di Salvatore Russo: impressioni di lettura

20 maggio 2015
google-plus-salvatore-russo

La lettura avviene su diversi livelli e tocca tutti gli argomenti che compongono lo scibile umano, reale e virtuale.

Per questo, dopo Keep Calm And Write di Riccardo Esposito, vorrei parlarti del libro rosso di Salvatore Russo, Scopri Google Plus e conquista il web.   Salvatore-Russo-Scopri-Google-Plus-e-conquista-il-web

Scopri Google Plus e conquista il web, perché l’ho letto

Al pari di Keep Calm And Write, anche Scopri Google Plus e conquista il web appartiene a quella categoria libri professionali. Non ti danno la tensione emotiva di un buon romanzo ma sono comunque da me molto apprezzati quando voglio capire qualcosa di più su un tema che non conosco ma che mi incuriosisce un sacco.

Ho lasciato per parecchio tempo che il libro rosso “riposasse” sulla pila di testi da leggere. Nella mia mente mi immaginavo seduta alla scrivania, avvolta da un silenzio claustrale, intenta a trovare un modo per orientarmi tra pagine Google Plus, community, cerchie, SEO e affini.

È finita che mi sono trovata a prendere il sole in spiaggia e a ridacchiare, una riga sì e una no, scoprendo 366 pagine di approfondimenti, schede tecniche e immagini su come si usa e non si usa  Google Plus, di contributi esterni alternati a motti di spirito. Il tutto reso possibile non solo dalla competenza di una singola persona, alla quale è attribuito il libro, ma anche dalla capacità della stessa di ascoltare la rete e di portarla a sé dando valore a tutti.

Ciò che mi ha affascinato non è solo il contenuto, peraltro dettagliatissimo, interessante e ricco di consigli pratici provenienti dai maggiori professionisti del web, ma il modo in cui Salvatore Russo l’ha trattato.

Al di là del linguaggio personalissimo e originale, l’autore si presenta come una specie di cabarettista consumato, capace di venderti i salatini mentre muori disidratato, ma con un bel sorrisone stampato in faccia, nel deserto.

Forse ti ho fatto un paragone un po’ estremo, ma la mia percezione, nel corso della lettura è stata questa. Mi è parso di avere a che fare con una persona capace di sorprendere e divertire e, estremizzando il suo lato più creativo e social, ha condiviso la sua conoscenza e la sua esperienza nel campo del web marketing, della formazione e della comunicazione online, rendendole accessibili anche ai profani. Quando leggo un libro, leggo anche l’autore e la sua personalità e nel caso di Salvatore Russo, per me è stato spontaneo associarlo a The Mask.

salvatore-russo-the-mask-del-web

Perché Salvatore Russo mi sembra il The Mask del web

Perché associare il personaggio interpretato da Jim Carey nel lontano 1994 a Salvatore Russo? Perché pare proprio che l’esperto di Google Plus 100 ne pensi e 1000 ne faccia ottenendo sempre un risultato S-P-U-M-E-G-G-I-A-N-T-E.

Salvatore Russo ha travolto la rete con la sua Social GYM come The Mask ha ipnotizzato e coinvolto, sul suono dei ritmi latino –americani, lo schieramento di forze dell’ordine che volevano rinchiuderlo nella presunta mediocrità del suo alter ego Stanley Ipkiss. È come se si muovesse tra due estremi trovando e mettendo a disposizione un terreno comune per interagire, confrontarci e fare squadra.

Sai qual è la parte più bella che ho letto in Scopri Google Plus e conquista il web? Questa:

«Cos’è la felicità per me? La felicità è una luce accesa dietro la finestra e la consapevolezza che aprendo la porta di casa troverò amore. Ho trovato amore anche in questi mesi in cui sono stato un fantasma curvo sul mio portatile mentre le mie ditine tozze battevano freneticamente sulla tastiera. Un grazie grosso quanto la mia vita a mia moglie Antonella e ai miei figli Loriana, Valerio e Greta».

C’è un po’ di Ipkiss in queste parole, non trovi? L’autore di questo libro non usa Google Plus come una maschera ma è diventato parte di essa, in perfetto equilibrio tra ciò che è e ciò che vorrebbe essere, creativo, propositivo e travolgente ma non megalomane o fastidiosamente egocentrico.

Autore: Salvatore Russo
Titolo: Scopri Google Plus e conquista il web
Casa Editrice: Dario Flaccovio Editore
Pagine: 366
Anno di pubblicazione: Giugno 2014
Prezzo di copertina: € 26

Photo Credits: Pinterest e Google Plus

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply Quando è tutto nero, cerca i colori | paroleombra 22 maggio 2015 at 13:04

    […] come in Keep Calm and Write,la creatività, la voglia di ridere e di divertire dell’autore di Scopri Google Plus e conquista il web, di raccontare ed emozionare come in I Want to Hold Your Hand e di non dimenticare mai che non […]

  • Reply Fai di te stesso un brand, appunti di una lettrice ‘raffinata’ | paroleombra 25 maggio 2015 at 9:06

    […] il libro di Salvatore Russo l’ho praticamente letto in spiaggia, Fai di te stesso un brand di Riccardo Scandellari è stato […]

  • Reply Rischi e opportunità del web 3.0, non è fantascienza | paroleombra 27 maggio 2015 at 11:29

    […] con Fai di te stesso un brand di Riccardo Scandellari e Keep Calm and Write di Riccardo Esposito. Scopri Google Plus di Salvatore Russo doveva essere l’ultimo, per […]

  • Reply Da zero a blogger: a scuola da Fabio e Giulia (bambini con la valigia) – paroleombra 21 novembre 2016 at 7:38

    […] un post efficace, dai social da utilizzare (obbligati come Facebook o amati e odiati come Google Plus) alla scelta delle immagini e a dove reperirle o come editarle e/o modificarle fino ad arrivare a […]

  • Reply Seo & Love 2017: verso il magico mondo dei contenuti – paroleombra 6 febbraio 2017 at 7:01

    […] citazione sembra fatta apposta per Salvatore Russo. Mi sarebbe tanto piaciuto ospitarlo qui, nella mia casetta da hobbit, per farmi raccontare un […]

  • Reply Leggere Rischi e opportunità del web 3.0 di Rudy Bandiera – ParoleOmbra 25 aprile 2017 at 23:37

    […] con Fai di te stesso un brand di Riccardo Scandellari e Keep Calm and Write di Riccardo Esposito. Scopri Google Plus di Salvatore Russo doveva essere l’ultimo, per […]

  • Reply Beach And Love: cosa è stato per me e di cosa si è parlato 24 luglio 2017 at 13:06

    […] formazione e all’informazione (in infradito) sul mondo del digital e delle sue professioni firmato Salvatore Russo. Non ero sicura di andarci, ci volevo andare, ma non ero sicura dei perché volevo partecipare […]

  • Leave a Reply

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: